Lucis Trust / La Scuola Arcana / Introduzione / Estratti sulla Scuola Arcana  

Estratti sulla Scuola Arcana

Da Autobiografia Incompiuta di Alice Bailey:

Richard Prater, vecchio socio di W.Q. Judge e allievo di H.P. Blavatsky venne un giorno alla mia lezione, e la settimana seguente dirottò verso me tutta la sua classe di allievi. Riferisco questo fatto a beneficio della Loggia Unita dei Teosofi e per coloro che pretendono che il vero lignaggio teosofico discende da H.P.B. tramite W.Q. Judge. Tutta la mia teosofia mi era stata insegnata da amici e allievi personali di H.P.B., e Prater lo riconobbe. In seguito mi comunicò le istruzioni della sezione esoterica, così come ricevute da H.P.B.. Sono identiche a quelle apprese quando ero nella S.E., ma mi furono date senza restrizioni, con la libertà di usarle in qualsiasi momento, come in seguito feci. Quando morì, molti anni fa, la sua biblioteca teosofica pervenne a noi assieme ai vecchi “Lucifer”, a tutte le vecchie edizioni del “Theosophical Magazine”, e ai documenti ricevuti da H.P.B. In uno di questi, ella esprimeva il desiderio che la sezione esoterica venisse chiamata Scuola Arcana. Non lo fu mai, ed io decisi che era bene esaudire il suo desiderio; ecco perché la scuola ha il nome che porta.

La Scuola Arcana non propugna dogmi ma insegna l’Eterna Saggezza, quale riconosciuta in tutti i paesi da sempre.

La formazione fondamentale inculcata dalla Scuola Arcana non avrà quindi, almeno in questo secolo, una grande partecipazione. Gli uomini pronti per l’educazione spirituale sono veramente rari, anche se è prevedibile che il loro numero cresca. La Scuola Arcana non è per aspiranti, ma per insegnare a operare direttamente e coscientemente sotto i Maestri di Saggezza. Oggi esistono molte scuole per aspiranti che svolgono un compito nobile e necessario.

La Scuola Arcana non è settaria; è apolitica e internazionale.Il servizio è la sua nota chiave. I membri possono operare in qualsiasi setta e partito politico, se ammettono che tutti i sentieri conducono a Dio e se il bene dell’umanità è supremo nei loro pensieri. Ma soprattutto è una scuola in cui s’insegna che le anime di tutti gli uomini sono una sola.

Aggiungo che è una scuola in cui viene insegnata scientificamente la Gerarchia spirituale del pianeta, non dunque come una dottrina, ma come un regno di natura esistente e dimostrabile. Si sono impartiti molti insegnamenti religiosi sul regno di Dio e delle anime, e questi termini si riferiscono proprio alla Gerarchia Spirituale.

È una scuola che sviluppa l’obbedienza vera e occulta. Questa non implica obbedienza a me o altri dirigenti, né ad altri esseri umani. Agli studenti non si richiede alcun giuramento e impegno personale verso chicchessia. Viene loro insegnato, però, la pronta obbedienza ai dettami dell’anima loro. Via via che la voce di questa diventa più familiare, li conduce nel Regno di Dio, a faccia a faccia con il Cristo.

Noi diciamo agli studenti che se essa riesce ad approfondire la loro vita spirituale, allargare i loro orizzonti ed aumentare la loro percezione mentale, spetta a loro farne uso nella chiesa, nel mondo, nel gruppo, in casa e nella comunità, là dove la sorte li ha inseriti. Per questa ragione abbiamo studenti che sono membri di varie organizzazioni teosofiche, ognuna delle quali si considera la sola vera. Altri appartengono a quattro diversi gruppi rosacrociani. Abbiamo ecclesiastici cattolici e protestanti, membri della Scienza Cristiana, persone di Unity e di moltissime organizzazioni di base spirituale o religiosa. Accettiamo anche chi non ha un credo, ma è disposto ad accogliere un’ipotesi e provarne la validità. La Scuola Arcana è quindi non‑settaria, a‑politica e internazionale nel suo pensiero. Il servizio è la sua nota chiave. I membri possono operare in qualsiasi setta e partito politico, se ammettono che tutti i sentieri conducono a Dio e se il bene dell’umanità è supremo nei loro pensieri. Ma soprattutto è una scuola in cui s’insegna che le anime di tutti gli uomini sono una sola.

Uno degli interessanti sviluppi nella Scuola fu la progressiva severità nell’accogliere le istanze di partecipazione. Sempre più sovente rifiutiamo studenti di livello emotivo. Insistiamo inoltre sulla necessità di focalizzarsi nella mente per impartire un’educazione più avanzata nei corsi superiori. Col passare degli anni, mentre le necessità del mondo si aggravano, è evidente la necessità parallela di discepoli ben preparati. Il mondo potrà essere salvato da chi ama con intelligenza; l’aspirazione e le buone intenzioni non bastano.

Dagli Scritti del Tibetano, Djwhal Khul:

Era mio desiderio (e di molti membri della Gerarchia) avviare una scuola esoterica che lasciasse liberi i membri, cioè non li vincolasse con impegni o giuramenti, e che — pure assegnando meditazioni, studio e impartendo insegnamenti esoterici — li lasciasse operare gli opportuni aggiustamenti e interpretare la verità come meglio possono; una scuola che presentasse loro molti punti di vista, e allo stesso tempo comunicasse le più profonde verità esoteriche, che essi avrebbero riconosciute se responsivi ai misteri ma che, anche se lette o udite, non avrebbero arrecato loro alcun danno se privi della percezione necessaria per riconoscere la verità. Tale scuola fu avviata nel 1923 da A.A.B. con l’aiuto di Foster Bailey e di alcuni studenti dotati di visione e comprensione spirituali. Lei pose come condizione che io rimanessi estraneo alla Scuola Arcana e che non esercitassi controllo sui suoi metodi e corsi di studio. Perfino i miei libri non sono usati come libri di testo, e soltanto tre anni fa uno di essi, il Trattato di Magia Bianca, è stato adottato per un corso di studio, per insistente richiesta di molti studenti. Inoltre, alcuni degli insegnamenti sull’antahkarana (che appariranno nel quinto volume del Trattato dei Sette Raggi) sono da due anni utilizzati in una sezione del quarto grado, intitolata Tessitori nella Luce. Gli insegnamenti sull’illusione sono assegnati come argomenti di lettura in un’altra sezione.

Nessuna obbedienza è pretesa nella Scuola Arcana, non si insiste sull’“obbedire al Maestro”, poiché non c’è un Maestro che la diriga. L’accento è posto sul Maestro nel cuore, l’anima, il vero uomo spirituale in ogni essere umano; non si insegnano teologie; lo studente non ha l’obbligo di accettare nessuna interpretazione o presentazione della verità; può accettare o respingere il fatto dei Maestri, della Gerarchia, della reincarnazione, dell’anima e restare nell’ambito della scuola senza biasimo. Non ci si aspetta né si pretende lealtà esclusiva sia per la scuola che per A.A.B. Gli studenti possono lavorare in qualsiasi gruppo, occulto, esoterico, metafisico, ortodosso, ecclesiastico, ed essere membri della scuola. Essi sono invitati a considerare le loro attività come campi di servizio in cui usare la capacità di dare aiuto spirituale ottenuta mediante il loro lavoro nella scuola. Capi e membri anziani di molti gruppi occulti lavorano nella Scuola Arcana, ma sono perfettamente liberi di dedicare tempo, lealtà e servizio ai loro propri gruppi.

Questa scuola esiste da vent’anni [scritta nel 1943] e ora entra in un nuovo ciclo di sviluppo e di utilità — insieme all’umanità intera — e per questo vi si prepara debitamente. La sua nota fondamentale è il servizio basato sull’amore dell’umanità. La meditazione è bilanciata e affiancata dallo studio e dall’impegno di istruire gli studenti a servire. (Discepolato nella Nuova Era, pp. 781-82)

Mi sono perciò impegnato in tre fasi di lavoro: i libri, la Scuola Arcana e il Nuovo Gruppo di Servitori del Mondo. La pressione esercitata sul mondo da questi tre aspetti del lavoro è stata efficace e utile. L’insieme delle attività utili compiute è quello che conta, e non la critica e le interpretazioni errate di coloro che ancora appartengono al vecchio ordine, dell’Era dei Pesci. Essi sono incapaci di vedere l’emergenza dei nuovi sistemi di vita e i nuovi accostamenti alla verità.

Per tutto questo tempo sono rimasto dietro le quinte. I libri e gli opuscoli di cui sono responsabile valgono per quanto hanno di vero, e non per l’autorità del mio nome o della posizione spirituale che posso proclamare o che possono essere conclamati per me dal curioso o dal devoto. Non ho dettato i sistemi della Scuola né interferito nei suoi corsi; di loro è responsabile A.A.B. Libri e opuscoli sono a disposizione degli studenti della Scuola come del pubblico in genere.( Ibid., p. 785)

Scuola Arcana, poiché quest’ultima non è una scuola di preparazione per l’iniziazione, e tanto meno ha per obiettivo quello di aiutare lo studente a entrare in un Ashram o a prendere contatto con un Maestro. Il fine della Scuola Arcana è, ed è sempre stato, quello di aiutare lo studente a progredire il più rapidamente possibile sul Sentiero del Discepolato. Non si occupa dei problemi inerenti al Sentiero Probatorio, né di quelli inerenti al Sentiero dell’Iniziazione. Il Maestro Djwhal Khul ha detto che nella Nuova Era il campo di formazione per il discepolo si trova nel Nuovo Gruppo di Servitori del Mondo. ( Discepolato nella Nuova Era, Vol II, p. xii --Introduzione di Foster Bailey)

L’organizzazione e il lavoro della Scuola Arcana sono il progetto spirituale di A.A.B. e con ciò io non ho assolutamente niente a che fare, né in futuro guiderò mai o prenderò alcuna parte negli affari della Scuola Arcana. Questo è il compito di coloro che A.A.B. sceglierà per portare avanti il lavoro.

È un organismo vivente, che crescerà in forza delle sue potenzialità inerenti e sotto l’ispirazione spirituale dell’energia proveniente dall’Ashram del Maestro K.H., nel quale A.A.B. lavora come discepolo.( Ibid., pp. 82-3)

La Scuola Arcana non è una delle mie attività o iniziative e non lo è mai stata. In considerazione della condizione delle (cosiddette) scuole esoteriche nel mondo, quando A.A.B. organizzò la Scuola Arcana, rifiutò deliberatamente che io vi prendessi parte in un modo o nell’altro, e fui pienamente d’accordo con la sua decisione. Il mio legame con la Scuola consiste nel fatto che tracciai per A.A.B. i gradi della Scuola e, una volta o due, nelle mie istruzioni usate per il grado di discepolo, mi appellai agli studenti perché collaborassero a qualcosa. Non dimenticate che queste istruzioni non erano destinate alla Scuola, ma erano la prima stesura dei miei libri che andarono al pubblico senza alcuna modifica. Inoltre, è soltanto negli ultimi cinque anni, che è stato organizzato un corso per corrispondenza dalla Scuola, basato sull’uno o l’altro dei miei libri.( Ibid., pp. 83-4)

1. La Scuola Arcana prepara i discepoli. Il suo programma è quindi selettivo. Il suo livello non può essere abbassato. Non è una scuola per aspiranti in probazione, di conseguenza rimarrà sempre relativamente ridotta.

2. È una scuola per adulti in cui viene sviluppata l’obbedienza occulta. Non si tratta di obbedienza a regole stabilite dall’uomo, né di obbedienza alla Scuola, ma implica l’obbedienza all’anima.

3. È una scuola nella quale il credere nella Gerarchia viene insegnato scientificamente, non come una dottrina, ma come un regno naturale esistente e sperimentabile; vengono sottolineate le regole dell’Ashram e la vita duale del discepolo.

4. È una scuola nella quale allo studente si insegna che “le anime degli uomini sono una”.

5.Non vi è nessuna pretesa di posizione o di potere e nessuno pretende mai di essere un iniziato. Il Gruppo del Centro Generale e coloro che lavorano per la Scuola sono lì per inclinazione spirituale.

6. La Scuola Arcana non è settaria, è di pensiero apolitico e internazionale. La sua nota fondamentale è il servizio. I suoi membri possono lavorare in qualsiasi setta e in qualsiasi partito politico, purché ricordino che tutte le strade portano a Dio e che l’idea di “Umanità Una” governi tutti i loro pensieri.

7. Le dottrine fondamentali della Saggezza Eterna, riconosciute in tutto il mondo e nella forma esposta nei miei libri, costituiscono l’insegnamento di base della Scuola Arcana. È così non perché sono i miei libri, ma perché fanno parte della continuità della Saggezza Eterna e costituiscono la più recente emanazione della Saggezza Eterna proveniente dalla Gerarchia. Non si deve permettere che diventino la Bibbia di una setta, ….

A.A.B. non dev’essere trasformata in un’autorità occulta. Coloro che sono collegati con la Gran Fratellanza Bianca non favoriscono Bibbie o Autorità, ma solamente la libertà dell’anima umana. È l’insegnamento che conta, non la sua origine o la sua forma. ( Ibid., pp. 87-8)

Vorrei tuttavia che afferraste chiaramente una cosa, cioè il modello che sottostà ai vari aspetti del lavoro ora in processo di espansione. Un breve quadro dovrebbe rendere chiare queste relazioni, relazioni oggi effettive:

LA GERARCHIA SPIRITUALE DEL PIANETA
opera tramite
/
IL NUOVO GRUPPO DI SERVITORI DEL MONDO
utilizzando l’opera di molti agenti, tra cui
/
LA SCUOLA ARCANA
che opera mediante
/
LE ATTIVITÀ DI SERVIZIO
i Triangoli, il Lavoro della Buona Volontà, il Lavoro dell’Invocazione
collegati con
/
LA LUCIS PUBLISHING COMPANY

L’energia del Nuovo Gruppo di Servitori del Mondo, potrebbe essere paragonata all’antahkarana che collega l’umanità con la Gerarchia e fornisce un canale di contatto con gli Ashram dei Maestri. La Scuola Arcana può essere considerata come uno dei risultati delle attività del Nuovo Gruppo di Servitori del Mondo. Vi sono molte altre attività disseminate in tutto il mondo. Lo stesso vale per le Attività di Servizio. Nessun gruppo esoterico è diretto in modo efficace e correttamente motivato se le energie spirituali di cui dispone, la conoscenza e la saggezza che dimostra, non trovano espressione in un determinato servizio. Le attività di servizio sono quindi un’espressione della vitalità della Scuola Arcana e questo rapporto dev’essere apprezzato e mantenuto. ( Ibid., pp. 88-9)

È necessario ricordarvi che questo sforzo di gruppo, che ho iniziato con l’aiuto di alcuni dei più avanzati ed esperti Maestri, non è stato in alcun senso completato; può essere (e probabilmente è) per voi un esperimento in questa vita particolare, ma nella prossima vita potrà evocare in voi un nuovo atteggiamento e una più profonda comprensione di ciò che avviene soggettivamente. La mancanza di comprensione e di riconoscimento dell’opportunità, hanno lasciato perplessa A.A.B. e preoccupato me. Come tutti i discepoli, all’inizio lei ha dovuto lavorare all’oscuro; quando cominciò a servire, non aveva nel suo cervello fisico la minima idea dell’esistenza dei Maestri o della Gerarchia, ma continuò a servire per molti anni, finché la scoperta, oppure (dovrei forse dire?) la riscoperta di legami e conoscenze antiche la ricompensarono, chiarendo la sua visione e la sua posizione rispetto alla verità. Ora si ritira lentamente in quel servizio che (all’interno dell’Ashram) renderà possibile a K.H. di realizzare un lavoro più profondamente spirituale in collaborazione col Cristo. Fu al fine di prepararsi e poter così compiere tale lavoro, che intraprese sola e senza il mio aiuto la fondazione e l’organizzazione della Scuola Arcana, che le procurarono la formazione e l’esperienza necessarie, e le permisero di dimostrare la qualità dell’insegnamento e di quella psicologia esoterica che è il compito principale in ogni Ashram, e in particolare nell’Ashram di secondo raggio. ( Ibid., p. 101)

Nella Scuola Arcana è in atto un grande esperimento. È uno sforzo per alleviare i Maestri nel Loro compito di istruire gli aspiranti al discepolato, preparandoli dunque a occupare il loro posto alla periferia di un Ashram, in questo caso il mio. In tal modo io sto alleggerendo in gran parte il lavoro di altri Maestri. Maestri come K.H. e M. in questo momento si occupano solamente di discepoli già formati, tali sono le esigenze del lavoro mondiale. Nella sezione avanzata della Scuola Arcana tale esperimento procede … ( Ibid., p. 746)

La fondazione e l’opera della Scuola Arcana. Questa fu iniziata da A.A.B. per istruire coloro che sono pronti per l’insegnamento esoterico, e per prepararli per lo stadio ed il lavoro del discepolato accettato. Oggi il mondo è pieno di gruppi il cui compito è di aiutare qualche gruppo di aspiranti e cercatori, come se ne trovano ovunque, oppure quello più generale di elevare la coscienza di massa. Perciò la Scuola Arcana fu fondata per due scopi:

a. Anzitutto per aiutare la Gerarchia nella sua opera durante la crisi mondiale, crisi alla quale la Gerarchia era preparata da lungo tempo. La Scuola Arcana non era e non è l’unico gruppo che persegue quest’obiettivo, ma è nettamente fra i più influenti.

b. Istruire i discepoli in prova perché diventino discepoli accettati, affinché la Gerarchia possa trovare coloro che possono portare senza pericolo il potere spirituale ed essere canali d’amore e di comprensione per il mondo.

Potete perciò vedere che la Scuola Arcana non è tanto impegnata ad aiutare i singoli individui quanto ad aiutare la Gerarchia a salvare l’umanità. Quest’opera richiede una formazione che la Scuola Arcana fornisce.(Esteriorizzazione della Gerarchia, pp. 322-23)

Lo scopo è di istruire i discepoli che possono realizzare il Piano preparandosi così per la riapparizione del Cristo; la Scuola Arcana può perciò fornire un gruppo di operatori sperimentati. ( Ibid., p. 633)

Foster Bailey riguardo al discepolato di Alice Bailey ha scritto:

L’ultima incarnazione di A.A.B fu caratterizzata da due obiettivi: uno doveva essere realizzato da lei stessa e l’altro in collaborazione con D.K. nel suo difficile compito di fornire il necessario insegnamento per collegare la vecchia era dei Pesci con la nuova era dell’Acquario.

A.A.B. si è incarnata con il preciso proposito di creare una scuola esoterica della nuova era per il discepolato. C’era un crescente numero di aspiranti al discepolato con qualche conoscenza esoterica e questo era notevolmente aumentato grazie al discepolo H.P.Blavatsky; ciononostante troppo pochi erano discepoli accettati, addestrati ed efficaci. Se ce ne fossero stati di più, la crisi della guerra mondiale sarebbe stata gestita sul piano mentale e non sarebbe precipitata nel conflitto fisico. La Scuola Arcana fu il suo (di A.A.B.) contributo volontario al lavoro gerarchico e fu approvato dal suo Maestro. Né K.H. né D.K. l’hanno mai controllata e nemmeno hanno supervisionato la fondazione della Scuola Arcana. Quello fu il suo privilegio, vincere o perdere.

Lei ci chiede di mantenere la Scuola Arcana luminosa e splendente com’è ora, di mantenerla piena del potere salvifico di questo gruppo trans nazionale di cuori che amano (come di fatto è) e di badare a servire con sincerità. (scritto il 16 dicembre 1949, un giorno dopo la morte di Alice Bailey)