Lucis Trust / Actività di Ser... / Triangoli / Literature / L'Energia Segue Il Pensiero  

L'Energia Segue Il Pensiero

Contents

  • Tutto è Energia

Obiettivi dei Triangoli:

  • Stabilire giusti rapporti umani, sviluppare la buona volontà e la luce della comprensione ovunque in seno all'umanità.
  • Elevare il livello di coscienza dell'umanità e trasformare il clima mentale e spirituale del pianeta.
  • Confermare e sostenere l'opera delle donne e degli uomini di buona volontà nel mondo.
  • Mettere a disposizione dell'umanità una riserva di pensiero che ispiri ogni azione pratica e costruttiva.

Tutto è Energia

Nel mondo moderno incontriamo costantemente il concetto di energia. Questo termine viene dal greco energos che significa "attivo". L'energia è dunque l'attitudine a un'attività vitale e fin dai primi tempi questo concetto di energia è stato applicato a un campo sempre più vasto della comprensione e dell'impresa umane. Per molto tempo il concetto è stato riservato unicamente ai fatti ed eventi fisici, ma ora è entrato anche in campi come la psicologia, l'economia e la sociologia. Partendo dal concetto di energia inteso come forza viva distribuita, lo spiegamento avviene in linea diretta fino al cuore di ogni circostanza della vita dell'uomo.

Il concetto di energia ha visto uno sviluppo più completo in ambito scientifico più che in qualsiasi altro settore. L'idea che tutto è energia ha portato, in situazioni e relazioni differenti, a una sintesi nel pensiero scientifico e a una nuova comprensione delle forze dell'universo. Non è sempre stato così. Nel XIX° secolo l'energia era considerata soprattutto il risultato delle mobilità dei corpi o delle particelle materiali (energia reale o cinetica) oppure come risultato della posizione di una particella di materia in relazione ad altre particelle di materia (energie potenziali). Ciò si esprimeva secondo due grandi leggi: la Legge di Conservazione della Massa che statuiva di fatto che la massa (quantità di materia in un corpo) era indistruttibile e la Legge di Conservazione dell'Energia che affermava che la somma totale di energia nell'universo era costante.

Il concetto di massa o materia e quello di energia erano considerati come indipendenti e, fra i due, era il concetto di materia ad essere considerato la base, il fondamento di una comprensione dell'universo.

Nel 1905 però, con la "sua teoria della relatività" Einstein mostrò che la massa stessa è una forma di energia, che massa ed energia sono intercambiabili, collegate dalla formula secondo la quale E =mc2 o E = energia, m = massa e c = velocità della luce. Ciò significa che la Legge di Conservazione della Massa non era più di prima importanza lasciando quindi che il concetto di energia prendesse il suo giusto posto.

Il Corpo Eterico

Questa teoria della relatività di Einstein offrì precisamente la possibilità di provare a livello scientifico che tutto è energia. Questa scoperta segnò la fine dei concetti e delle spiegazioni materialiste dell'universo. Infatti, in seno alla manifestazione dell'universo materialista solare, planetario o dei differenti regni della natura non c'è nulla che non possieda una forma energetica, sottile, intangibile e tuttavia sostanziale. D'ora in avanti l'energia è considerata come tutto ciò che esiste; il nostro mondo è la manifestazione di un mare di energie, alcune che prendono forma, altre che costituiscono il mezzo con cui queste forme acquistano vita, si muovono e hanno il loro essere. Tutte le forme sono fatte di energie vive, vibranti, in relazione le une con le altre, pur disponendo della propria qualità e delle loro caratteristiche di vita. Siamo quindi in grado di notare che esistono forme anche in seno ad altre forme. Il locale dove ci sediamo è situato in una casa che fa parte di un gruppo di case in un più grande insieme di abitazioni. Ogni forma successiva costituisce una parte di un tutto più grande.

Viviamo in un oceano di energie, pur non essendone sempre coscienti. Siamo fatti di energie e tutte sono in intima interazione per costituire l'unico corpo di energia sintetica del nostro pianeta. Questo corpo l'abbiamo chiamato "eterico". Il corpo eterico o di energia di ogni essere umano è parte integrante del corpo eterico del pianeta stesso e, di conseguenza, del sistema solare. In tal modo ogni essere umano è fondamentalmente collegato a ogni altra espressione della vita divina, l'infinitesimale come l'incommensurabile.Infatti, il corpo di energia di ogni forma della natura è parte integrante della forma sostanziale della vita una universale - di Dio stesso. Il corpo eterico non è altro che energia.Il suo ruolo è di ricevere e trasmettere le correnti di energia di vari tipi d'intensità e di essere messa in attività da queste scariche e correnti di forza. Infatti, ciò procura la base necessaria ai differenti tipi e livelli di connessione telepatica, e ciò per tutte le forme di lavoro soggettivo, di relazioni fra slanci emozionali e mentali, il mondo della forma fisica esteriore. Grazie alla rete del corpo eterico le energie possono circolare costantemente, impregnare e determinare l'espressione esteriore, le attività e qualità di ogni forma di vita. Ciò è vero per il singolo essere umano, per i gruppi, per l'umanità in quanto un tutto, per il pianeta e ben oltre.

Il Progetto del Piano

Il mondo esteriore delle circostanze e degli eventi è il prodotto delle energie preponderanti disponibili e circolanti nel corpo eterico planetario in ogni periodo chiave della storia mondiale. Fino a poco tempo fa la maggior parte della gente rispondeva soprattutto allo slancio dell'energia emozionale. Coloro che rispondevano all'energia mentale e alle proposte del pensiero erano relativamente pochi, lontani gli uni dagli altri. Questa situazione si è però trasformata rapidamente nel corso del XX° secolo. Il risultato dei sistemi educativi moderni ha generato milioni di persone che hanno sviluppato e sviluppano la capacità di pensare e utilizzare l'energia del pensiero. Coloro che possiedono la facoltà di contattare e registrare gli impulsi e i modelli del pensiero in seno ai quali si trovano le stirpi della cultura e della civiltà mondiali future, sgorgate dalla Mente Universale, sono ora numerosi e costituiscono un gruppo mondiale.

Si è detto che "tutto ciò che si rivela nel mondo odierno deriva dal capitale di idee" e ciò è chiaramente manifesto nel momento attuale. Coloro che hanno qualche idea del potere del pensiero, dell'effetto dei movimenti dell'energia mentale che affluisce dallo spirito, sono in condizione di prevedere una grande opportunità e responsabilità. I pensieri sono energia e l'energia segue il pensiero. Lì si trova il fondamento di ogni lavoro creativo a livello del piano mentale. Se la ricerca della verità mediante il pensiero di una persona è in grado di trasformare il clima mentale nel proprio ambiente, allo stesso modo il pensiero non dominato e distruttivo può avvelenare l'atmosfera mentale. I nostri pensieri sono ben più potenti di quanto ci rendiamo conto abitualmente, per cui la necessità di impiegare questo potere in maniera creativa e costruttiva.

L'universo è un'espressione del piano e del proposito di Dio. Non si tratta di un "accordo fortuito fra atomi", ma piuttosto del funzionamento del grande disegno o modello.

Quando siamo coscienti della necessità di lasciar circolare delle forme di energia positive e costruttive abbiamo l'opportunità di diventare collaboratori coscienti del Piano divino. Infatti, a mano a mano che cominciamo a riconoscere con maggior forza la realtà del mondo del pensiero, ci mettiamo in grado di lavorare al compito cosciente di registrare e rispondere a idee e principi fondamentali che cercano di esprimersi nel mondo e che formano il progetto del Piano in questo stesso momento. È allora possibile riconoscere coloro che possono essere chiamati "i Guardiani del Piano" - la Gerarchia spirituale - il cui compito è di preparare il progetto del Piano affinché l'umanità lo utilizzi e lo adempia. Partecipando a questo lavoro ci associamo al processo creatore universale, condiviso dalla Gerarchia spirituale e da tutti i pensatori i cui motivi d'ispirazione sono amore e servizio.<

Chiunque può cooperare a questo lavoro di "riflessione sul Piano in vista della sua realizzazione". I più recenti obiettivi del Piano sono basati sul fatto che la luce dovrebbe illuminare lo spirito degli uomini, che l'amore dovrebbe reggere tuttele relazioni e che la volontà di Dio dovrebbe guidare le vicende degli uomini. Tutti coloro che cercano veramente di amare e servire l'umanità cooperano al Piano.Per coloro che conoscono il potere del pensiero e possono cominciare a lavorare con l'energia del pensiero dal piano mentale è a portata di mano un ruolo complementare e creatore

La Scienza della Mente

Per la maggior parte della gente, usare con saggezza e perizia l'energia del pensiero nel servizio non è un processo automatico. Ciò richiede sforzo, disciplina e comprensione dei principi sui quali possa poggiare l'uso creativo del pensiero. I commenti che seguono sottolineano qualche fondamento della scienza della mente.

1. Il pensiero è creativo secondo come si costruisce formulando delle idee, sviluppandole e chiarendole. Esso diventa comunicativo quando la testa proietta "la forma pensiero" fino alla sua missione.

2. Costruire grazie a un pensiero creativo richiede una calma stabilità della coscienza emotiva, un'intelligenza capace di mantenere l'interesse centrato e una ferma concentrazione su un'idea o un tema senza interruzione, come pure delle condizioni fisiche che permettano il loro conseguimento.

3. Questa attività richiede purezza di movente. Non si tratta di un consiglio per raggiungere la perfezione, ma per compiere il lavoro lo scopo dev'essere improntato all'impersonalità, al servizio disinteressato a beneficio e sostegno della famiglia umana nel suo complesso.

4. La testa deve unirsi al cuore in un servizio spirituale creativo. Il Cristo disse: "Come un uomo pensa nel suo cuore tale egli è" e, se il pensatore opera senza essere aperto al flusso d'amore, il pensiero mancherà del magnetismo necessario al raggiungimento del suo obiettivo.

5. Vi sono molti modi di riflettere su un soggetto per chiarirlo e ampliarlo. Si dovrebbe però fare uno sforzo per attraversare le apparenze esteriori, tendere verso il senso, le conseguenze, i ponti con altre idee o correnti di pensiero, per cercare le cause e non gli effetti. Attenendosi a questo condurrà il pensatore a riflettere su ciò che non corrisponde alla natura della forma, portando così fino alla contemplazione, fonte d'ispirazione e d'illuminazione.

6. In dati momenti il pensatore deve elevare il suo stato di coscienza fino all'anima, lo stato di coscienza del Cristo in ciascuno di noi e, riflettendo nella luce dell'anima, collegarsi col pensiero alla Gerarchia spirituale, i Custodi del Piano. In questo senso il pensatore contribuirà a costruire il legame fra lo spirito di Dio e l'intelligenza umana, aiutando così a far precipitare il piano nella coscienza umana. Il pensatore può anche invocare il flusso di luce, amore e volontà di bene nel cuore e della mente di tutta l'umanità.

7. Dovremmo renderci conto che di fatto siamo parte di un gruppo mondiale di pensatori soggettivamente unificati, qualunque sia l'impegno nell'attività di servizio creativo con l'energia del pensiero, che contribuiscono a "una riserva comune di pensiero" e ne traggono ispirazione. Collegandoci a questo gruppo una volta iniziato questo lavoro con l'energia del pensiero, aggiungiamo tutti una quota al valore dei nostri contributi e reciprocamente a quelli degli altri.

8. Le forme pensiero dovrebbero essere costruite con la stessa cura e precisione impiegate per costruire una casa. Come l'architetto deve tenere conto del progetto di studio, dei materiali, del luogo, del cablaggio, del sistema d'illuminazione, del riscaldamento, delle tubature e fare di questo insieme un tutto coerente in vista di una bella casa pratica, economica, dove sia gradevole vivere, così i membri creativi operanti col pensiero nelle loro creazioni mentali devono tenere presente i fattori corrispondenti. Come nel mondo esistono milioni di abitazione pianificate in maniera incompleta e mal costruite, così esistono milioni di forme pensiero miseramente elaborate e piuttosto inutili, In questo processo di costruzione di forme pensiero, la tecnica mentale principale è la visualizzazione.

Le regole per un impiego creativo dell'energia del pensiero sono le stesse di quelle in vigore per la meditazione, ma con una connotazione ancora più ampia di questo termine che finora non è stata considerata. Lo scienziato che lavora in laboratorio per rivelare le leggi della natura è impegnato in una forma di meditazione. Fare progetti con cura per trovare soluzioni di aiuto là dov'è necessario è meditazione. Il chiarimento dei concetti filosofici e la formazione dei principi filosofici è meditazione. Elaborare e applicare il potere dell'intelligenza ai problemi di governo e delle relazioni internazionali è meditazione. In tutti questi campi è messo in opera il medesimo processo del pensiero. I tempi saranno differenti come i punti che verranno sottolineati, ma il processo è identico. Ovunque il motivo di questo lavoro sia basato sul benessere di tutti, esso sarà considerato come un avanzamento secondo gli obiettivi del Piano.

L'energia spirituale deve impregnare della sua impronta i cervelli degli uomini; nei loro effetti combinati, la testa è il solo strumento disponibile attraverso il quale la volontà di Dio può esprimersi. Il posto dell'umanità in seno al Piano cosmico diventa più vivo e apparente quando è evidente che una delle responsabilità principali sta nella direzione delle correnti di energia provenienti dal piano mentale e la creazione di ciò che è desiderato secondo il disegno di Dio per la sua creazione. L'umanità nel suo insieme si sottomette al progresso evolutivo per diventare creatrice responsabile nella materia. Ciò comporta la realizzazione del piano archetipo, un processo cosciente di creazione volontaria, affinché l'umanità cooperi all'ideale, operi secondo la legge e produca ciò che corrisponde alla linea del Piano.

L'Opera Creativa del Pensatore

La creatività pienamente cosciente in linea con il Piano richiede anche di poter apprendere la natura dell'energia ed essere in grado di orientare correttamente le correnti di energia. Sono ancora pochi i membri della famiglia umana che operano deliberatamente e coscientemente nella sostanza mentale.

L'energia del pensiero che ora emana da ogni essere umano con una debole corrente può essere orientata verso la creazione di ciò che il gruppo desidera e non soltanto verso ciò che desidera l'individuo. I fondamenti della cooperazione in questo lavoro nella sostanza mentale poggia sulla facoltà di operare in gruppo, ogni pensiero essendo inviato secondo una precisa missione al fine di aggiungere la propria quota di energia a una data corrente specifica e conosciuta. Ciò è realmente importante, poiché per essere un vero sostegno, l'energia del pensiero deve essere assolutamente indirizzata verso un tipo particolare di servizio.

Ogni attività è il risultato di:

a. forme pensiero costruite coscientemente o inconsciamente;

b. forme pensiero iniziate da se stessi o effetti delle forme pensiero di altri;

c. capacità di rispondere ai propri impulsi interiori o sensibilità agli impulsi degli altri e, di conseguenza, alle forme pensiero di gruppo.

Sarà evidente percepire quanto questa sostanza è viva e quanto uomini e donne sono influenzati dalle forme pensiero che creano e dalle creazioni mentali degli altri.

Se vogliamo che l'opera creativa che intraprendiamo abbia successo dobbiamo riconoscere le correnti e le tendenze fondamentali dei nostri propri ragionamenti e pensieri, il corpo del pensiero di gruppo al quale è associato il nostro lavoro e lo scopo per cui lavoriamo. Lo scopo finale dovrà essere conservato con calma nella testa durante tutto il processo creativo.

Gli Objettivi del Piano

Uno dei primi aspetti da prendere in considerazione riguardo al valore dell'impiego creativo del pensiero è che esiste un Piano per l'umanità e che questo Piano è sempre esistito. Si è costituito nel corso degli sviluppo evolutivi dei secoli passati e anche grazie a una piccola spinta data di tanto in tanto dai grandi intuitivi e insegnanti della razza. Oggi nel mondo esiste un numero sufficiente di donne e uomini adeguatamente evoluti, ciò che consente loro di essere in contatto e lavorare con il Piano. Grazie all'uso creativo del pensiero, donne e uomini di ogni dove sono in grado, a nome dell'umanità, di permettere a questo Piano divino di nascere nel mondo esteriore.

Quanto segue è un'idea di alcuni degli obiettivi principali del Piano per l'umanità:

a. la realizzazione della sintesi soggettiva in seno all'umanità;

b. il risveglio su grande scala della luce anche in seno agli esseri umani;

c. la costituzione di una grande centrale di luce che illuminerà l'insieme del pensiero umano;

d. porre termine all'era della separatività;

e. elevare la coscienza di massa fino ai livelli mentali;

I risultati saranno:

a. la formazione di unità di gruppo unite da un pensiero comune e la condivisione di valori spirituali. (Questo è iniziato a partire dal XV° secolo)

b. la realizzazione di un'umanità caratterizzata da tre fattori:

1. un sistema di intercomunicazione e interrelazione a tutti i livelli - radio, televisione, reti d'informazione, telepatia viaggi;

2. un senso di responsabilità reciproca - l'adempimento della buona volontà;

3. il riconoscimento dell'Onnipresenza di Dio - la Vita Una.

Esistono altri aspetti del Piano e altri obiettivi importanti, ma nessun aspetto del Piano può realizzarsi in seno all'umanità se non attraverso l'uso creativo del pensiero. Ora cominciamo appena a capire il potere del pensiero e dell'energia che il pensatore è in grado di applicare. Grazie al pensiero creativo, alla percezione spirituale e all'interpretazione corretta l'umanità ha i mezzi per aiutare a instaurare il regno di Dio sulla Terra.

Il Lavoro dei Triangoli

Il servizio dei Triangoli appoggia lo sviluppo delle relazioni umane corrette in tutto il mondo. Conoscenza e comprensione della relazione fra energia e pensiero consolida un valore sicuro in questo lavoro. L'attività dei Triangoli costituisce un'arte di orientare l'energia grazie al potere del pensiero. Nei Triangoli il potere concentrato del pensiero viene usato per invocare e dirigere, in seno all'umanità, le energie di luce e buona volontà, energie assolutamente necessarie nel nostro mondo attuale. Si tratta di un lavoro scientifico e tuttavia fondamentalmente semplice. Invocazione, preghiera o aspirazione, meditazione - il termine usato non importa - ecco i metodi che consentono di attingere alle energie spirituali e dirigerle verso l'attività.

L'impatto costante del pensiero corretto, pensiero qualificato dall'energia della buona volontà, ancora un reale stimolante e un effetto guaritore nella coscienza dell'umanità. Inoltre, una grande riserva o fondo comune di energia di buona volontà viene creato e reso disponibile, a nome dell'umanità, dai collaboratori esistenti su tutto il pianeta.

Chiunque può formare un triangolo unendosi ad altri due membri disposti a credere nel potere del pensiero creativo. Questo triangolo, collegato alla rete di Luce e di Buona Volontà di tutto il mondo può proporre un reale contributo allo sforzo mondiale al fine di sviluppare relazioni corrette in seno all'umanità ed essere un esempio vivente del principio secondo cui l'energia segue il pensiero.

La Grande Invocazione

Dal punto di Luce entro la Mente di Dio
Affluisca luce nelle menti degli uomini.
Scenda Luce sulla Terra.

Dal punto di Amore entro il Cuore di Dio
Affluisca amore nei cuori degli uomini.
Possa Cristo tornare sulla Terra.

Dal centro ove il Volere di Dio è conosciuto
Il proposito guidi i piccoli voleri degli uomini;
Il proposito che i Maestri conoscono e servono.

Dal centro che vien detto il genere umano
Si svolga il Piano di Amore e di Luce
E possa sbarrare la porta dietro cui il male risiede.

Che Luce, Amore e Potere ristabiliscano il Piano sulla Terra.